Gravi minacce di morte al Procuratore Gratteri. SINAFI: Lo Stato non lasci soli i suoi servitori e rafforzi le misure di contrasto alla criminalità organizzata

Gravi minacce di morte al Procuratore Gratteri. SINAFI: Lo Stato non lasci soli i suoi servitori e rafforzi le misure di contrasto alla criminalità organizzata

Le minacce ricevute dal Procuratore di Catanzaro, impegnato da anni a combattere gli affari delle cosche in Calabria e non solo, dimostrano, ancora una volta, che la criminalità organizzata solo apparentemente ha abbassato la guardia per dedicarsi agli affari economici in modo silente e mediante forme di riciclaggio e reinvestimento del denaro sporco, frutto di

Le minacce ricevute dal Procuratore di Catanzaro, impegnato da anni a combattere gli affari delle cosche in Calabria e non solo, dimostrano, ancora una volta, che la criminalità organizzata solo apparentemente ha abbassato la guardia per dedicarsi agli affari economici in modo silente e mediante forme di riciclaggio e reinvestimento del denaro sporco, frutto di affari illeciti, in attività apparentemente lecite e che inquinano e minano fortemente il tessuto economico e sociale, ma di essere sempre pronta ad azioni più eclatanti e violente nei confronti di chiunque contrasti con determinazione i suoi affari e metta in pericolo i suoi patrimoni.

Clicca per leggere il comunicato stampa

Gravi minacce di morte al Procuratore Gratteri. SINAFI: Lo Stato non lasci soli i suoi servitori e rafforzi le misure di contrasto alla criminalità organizzata

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos